Bambini

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Quando sono rimasta incinta del nostro primo figlio Aimat, io e il mio compagno pensavamo che tutto sarebbe stato “normale”, che gli avremmo insegnato le cose importanti, a distinguere tra quello che è giusto e sbagliato, poi sarebbe andato all’asilo e poi a scuola e tutto il resto…poi è nato, il tempo ha iniziato a scorrere più velocemente e giorno dopo giorno le nostre certezze hanno iniziato a vacillare, perché questo piccolo essere sfuggiva a qualsiasi categorizzazione e regola prestabilita; a un certo punto abbiamo preso coscienza che in realtà era lui che stava portando alla luce quello che era dentro di noi: che cos’è veramente importante nella vita, chi siamo, le nostre paure e debolezze, il perché delle cose e tutto il resto….Abbiamo letto Montessori, Steiner, abbiamo frequentato dei corsi, ci siamo documentati sulla pedagogia attiva, sugli asili nei boschi ed in generale sui modelli pedagogici alternativi e, arrivato il momento di iscriverlo alla scuola materna, abbiamo avuto la fortuna di trovare un “asilo” immerso nella natura in cui tutte queste idee diventano realtà e sono applicate ogni giorno.

Intanto sono arrivati anche Danièl e Beatritz e ogni giorno continuiamo ad imparare dai nostri figli….

I post di bambini:

Il ponte salvatico di Leonardo da Vinci

Materassone per i bambini. 

Jumbo Jenga e catapulta a piede, imparare giocando con dei pezzi di legno.

Il posto delle fragole: camminare nel bosco con i bambini in cerca di funghi e frutti selvatici.

Il banco da falegname per bambini

Come realizzare un grembiule da cucina per i bambini.

Come realizzare un cappello di Natale (ovvero un cappello da folletto) in pochi minuti.

“Tutta un’altra scuola”, dopo Vaiano qualche pensiero sulla pedagogia

L’asilo Il Baco da seta riparte. Alcune riflessioni sulla scuola.

Blocchi di legno per costruzioni, fatti in casa

Giocare nel bosco con le corde